CUCINARE IL RISO INTEGRALE IN 10 MINUTI “SENZA COTTURA”

Piccola guida pratica su come cucinare vari tipi di riso integrale senza sprecare tempo ed energia.
Spesso si sceglie di comprare il riso bianco perchè si cucina più in fretta, invece con la tecnica della “non-cottura” anche il riso integrale potrà far parte del vostro menù settimanale.

Il segreto è: l’organizzazione!

Io faccio così.

riso integrale nero

riso integrale nero

RISO NERO, RISO ROSSO SELVAGGIO, RISO INTEGRALE

1- Sciacquo bene il riso utilizzando un colino grande.

2- Metto in ammollo per circa 6/8 ore il riso in tanta acqua calda del rubinetto che acidifico leggermente con 1/2 cucchiaino scarso (insomma un goccio) di succo di limone o aceto (questo consente, oltre che a pulire bene il riso, di eliminare la maggior parte degli anti-nutrienti come i fitati e le tracce di arsenico, perchè  facendo così si riproduce l’ambiente adatto alla germinazione)

3- Dopo l’ammollo sciacquo di nuovo molto bene il riso eliminando tutta l’acqua dell’ammollo.

4- Procedo con la cottura per assorbimento (che mantiene le proprietà nutritive del riso).
Dosi: 1 tazza di riso e 2 tazze di acqua fredda (l’acqua deve essere circa due dita sopra il riso).
Modalità: metto sul fuoco il riso in acqua fredda a fiamma alta, quando bolle l’acqua, abbasso al minimo e copro con un coperchio. Faccio cuocere 10 minuti senza mescolare e poi spengo il fuoco. Lascio riposare almeno 15 minuti.

RISO BASMATI INTEGRALE

Come sopra, ma cambia la modalità di cottura:
1- rapporto con l’acqua fredda 1:1 (una tazza di riso ammollato e una tazza di acqua fredda, l’acqua deve essere circa un dito sopra il riso)
2- cottura: appena bolle l’acqua abbasso il fuoco, copro con un coperchio e lascio cuocere 5 minuti, poi spengo e lascio riposare.

riso semi-integrale

riso semi-integrale

RISO SEMI INTEGRALE

Idem come il basmati integrale.

RISO BASMATI BIANCO

1- Niente ammollo, ma lo sciacquo molto bene.

2- Cottura per assorbimento:
Dosi: 1 tazza di riso e 1 tazza di acqua fredda.  Appena bolle, abbasso la fiamma al minimo (deve essere proprio flebile), copro con un coperchio e lo lascio sul fuoco per 10/12 minuti senza mai alzare il coperchio!

CONSIGLIO 1– Questo modo di cucinare il riso vi fa risparmiare davvero molto tempo. Per esempio se vi organizzate con l’ammollo la sera, potete cuocere il riso durante la colazione del mattino, così vi ritrovate per pranzo (o per cena) il riso cotto al punto giusto, pronto per essere ripassato con verdure, legumi ecc.

E’ molto utile utilizzare il modello di MENU’ SETTIMANALE che trovate scaricabile QUI, perchè vi consente di organizzare il piano degli ammolli, in modo da non perdere tempo e da non farvi prendere dal panico del pensiero “cosa cucino oggi”.

CONSIGLIO 2– Io metto un pizzico di sale integrale appena bolle l’acqua. Solo una volta cotto il riso, se è necessario, aggiungo sale integrale o tamari o agro di umeboshi.

CONSIGLIO 3– Il riso può anche triplicare il suo volume con la cottura, quindi non esagerate con le dosi. Io per es. uso circa 40/50 gr a persona.

ULTIMA NOTA. Anche i risi bianchi come Carnaroli o Arborio devo essere sciacquati molto bene prima del loro utilizzo.

Buon riso a tutt*!

 

 

Condividi!