PIATTO UNICO: TAGLIOLINI DI FAGIOLI NERI, SOFFIETTE E ZA’ATAR, INSALATA CON HIJIKI

Questo piatto unico è senza glutine, facile e veloce (a parte la preparazione delle alghe che potete fare il giorno prima)

INGREDIENTI PER UN PIATTO:

50 gr di tagliolini di fagioli neri all’orientale
1 pomodoro secco
1 cucchiaino abbondante di salsa di olive nere
5 capperi sotto sale
semi di girasole q.b.
2 soffiette di riso e sesamo
miscela za’atar q.b.
(Lo Za’atar è una miscela di erbe e spezie che abbina il sapore del timo, al gusto nocciolato del sesamo, con le note agrumate del sumacco, un frutto rosso bruno tipico della Palestina)
aglio in polvere q.b.
gomasio q.b.
insalata di stagione
ravanelli  stagione
5 gr alghe hijiki
succo di limone non trattato
tamari
Tutti gli ingredienti li trovate nel catalogo della BOttega.

LE VERDURE

Mettete in ammollo l’alga hijiki per 20 minuti in abbondante acqua. Poi scolatela e risciacquatela.
Mettete le alghe in un pentolino con 1 bicchiere d’acqua e 1 cucchiaio di tamari
Lasciate bollire le alghe per 15 minuti, scolarle, tagliuzzarle e lasciarle marinare in una ciotola con succo di limone per 20 minuti.
Lavate insalata e ravanelli.
Tagliate i ravanelli con la mandolina conditeli insieme all’insalata con olio EVO e gomasio.
NOTA: La scelta di aggiungere le alghe è per aumentare l’apporto proteico del piatto

LE PROTEINE

Lessare i tagliolini di fagioli neri all’orientale in abbondante acqua poco salata, per 6/7 minuti e scolarli.
Bollire il pomodoro secco per 10 minuti in modo che si ammorbidisca e perda la sapidità.
Tagliare il pomodoro a pezzetti, unirlo in padella alla crema di olive nere, aggiungere i capperi sciacquati dal sale e infine aggiungere i tagliolini con una spolverata di aglio in polvere.
Far saltare per un paio di minuti.
Aggiungere sul piatto una spolverata di semi di girasole precedentemente sciacquati.

I CARBOIDRATI

2 soffiette di riso e sesamo con una bel giro di olio EVO e abbondante za’atar (Vi assicuro che sono gustosissime)

piatto unico: tagliolini di fagioli neri, soffiette e verdure

piatto unico: tagliolini di fagioli neri, soffiette e verdure

LE REGOLE DEL PIATTO UNICO:

piatto unico

schema del piatto unico

  1. La verdura deve essere la regina del pasto.
  2. Se mangio riso o altri cereali non aggiungo patate nè pane. Se scelgo le patate non cucinerò altri cereali e non mangerò pane. Il pane deve essere, possibilmente, a lievitazione naturale con pasta acida, perchè gli enzimi contenuti aiutano tutto il processo digestivo.
  3. Se inserisco una proteina animale deve essere necessariamente da allevamento non intensivo e se si tratta di pesce deve essere piccolo e pescato nei nostri mari. I latticini? Meglio pochi e stagionati perchè più digeribili.
  4. Inserire solo un tipo di proteina, quindi non abbinare per esempio seitan con tofu, carne con formaggio, tempeh con piselli, ecc.
  5. Aggiungere semi, frutta secca e alghe qua e là.
  6. Condire principalmente con olio EVO e poi suggerisco: agro di umeboshi, gomasio, sale integrale, tamari, limone spremuto.
  7. Andare “ad occhio” con le proporzioni fra gli alimenti. Niente ossessioni, niente pesate, niente “oddio ho sgarrato”. Vi verrà naturale e vi divertirete moltissimo.

E poi spazio alla fantasia abbinando spezie ed erbe aromatiche

Per un approfondimento sul piatto unico come scelta di benessere, ho scritto questo post.

CONSIGLI PRATICI: Organizzare il menù settimanale

Scaricate QUI il modello di menù settimanale e appuntate per ogni pasto la proteina e il cereale in modo da non ripeterli nella settimana. Per esempio: quinoa – tofu -verdure; riso rosso- uova – verdure; cous cous – ceci – verdure. Poi a seconda dell’estro combinate tutti gli alimenti.

Condividi!