COME CUCINARE I SIMIL CEREALI SENZA GLUTINE: MIGLIO AMARANTO SARACENO QUINOA SORGO

Negli ultimi anni si è diffusa in maniera esponenziale la sensibilità e l’allergia al glutine.
Per fortuna la natura offre buonissime alternative senza glutine al grano, farro, orzo and co.: gli pseudo cereali, che sono appartenenti ad una famiglia botanica differente a quella del grano, ma assimilabili ai cereali con il glutine per le loro caratteristiche.

Miglio, amaranto, grano saraceno, quinoa e sorgo sono ricchi di nutrienti e hanno il vantaggio che si cuociono più in fretta rispetto ai chicchi della famiglia del grano.

LAVAGGIO
In generale prima di cuocerli bisogna lavare i simil cereali molto bene per eliminare qualsiasi impurità: si versano in una ciotola piena di acqua e si lavano facendoli girare con le mani, noterete che l’acqua diventa torbida, poi si sciacquano sotto l’acqua corrente con l’aiuto di un colino.

AMMOLLO
L’amaranto è l’unico per il quale è necessario l’ammollo di almeno 4 / 6 ore, però io consiglio l’ammollo anche per 2 /4 ore di miglio e quinoa.

COTTURA
La cottura, come per gli altri cereali, si fa per assorbimento: si versa il cereale in acqua fredda, con un rapporto di acqua di 1 a 2 (circa), si aggiunge un pizzico di sale integrale, al bollore, si abbassa il fuoco e si copre con un coperchio fino a cottura ultimata. Lasciare riposare altri 10/ 15 minuti.

MIGLIO rapporto con acqua 1:2,  cottura 20 minuti

QUINOA rapporto con acqua 1:2, cottura 20 minuti

GRANO SARACENO rapporto con acqua 1:2, cottura 25 minuti

AMARANTO rapporto con acqua 1:2, cottura 30/ 35  minuti. L’amaranto diventa una specie di polentina, i suoi granelli rimangono sempre croccanti, ma dopo i 35 minuti sono sicuramente cotti!

SORGO rapporto con acqua 1:2, cottura 25 minuti.

E poi c’è sempre la possibilità della cottura “senza cottura” spiegata QUI.

Tutti questi simil cereali li trovate sfusi in BOttega.

Buona cucina!

Condividi!