PIATTO UNICO: SORGO, CANNELLINI E AGRETTI

INGREDIENTI PER UN PIATTO
50 gr di SORGO
1 zucchina
1 carota
1 ravanello
qualche foglia di basilico fresco
un bel mazzo di agretti
50 gr di fagioli cannellini
salvia e timo essiccati
aglio in polvere
curcuma
pepe nero
gomasio
succo di limone non trattato
tamari

Tutti gli ingredienti li trovate nel catalogo della BOttega.

LE VERDURE
Lavate e stufate gli agretti in pochissima acqua per 15 minuti
Conditeli con succo di limone e gomasio

LE PROTEINE
Preparate i cannellini come spiegato QUI
Ripassateli in padella con aglio in polvere, salvia e timo.

I CARBOIDRATI
Preparate il sorgo come spiegato QUI
A parte cuocete a vapore (o stufate in pochissima acqua) carota, ravanello e zucchina.
Ripassate il sorgo e le verdure cotte con curcuma, pepe nero (le spezie vanno aggiunte a pochi minuti dalla fine della cottura, mai a piatto pronto). Aggiungete qualche foglia di basilico a listarelle. Condite con qualche goccia di Tamari.

sorgo cannellini agretti

sorgo cannellini agretti

LE REGOLE DEL PIATTO UNICO

piatto unico

schema del piatto unico

  1. La verdura deve essere la regina del pasto.
  2. Se mangio riso o altri cereali non aggiungo patate nè pane. Se scelgo le patate non cucinerò altri cereali e non mangerò pane. Il pane deve essere, possibilmente, a lievitazione naturale con pasta acida, perchè gli enzimi contenuti aiutano tutto il processo digestivo.
  3. Se inserisco una proteina animale deve essere necessariamente da allevamento non intensivo e se si tratta di pesce deve essere piccolo e pescato nei nostri mari. I latticini? Meglio pochi e stagionati perchè più digeribili.
  4. Inserire solo un tipo di proteina, quindi non abbinare per esempio seitan con tofu, carne con formaggio, tempeh con piselli, ecc.
  5. Aggiungere semi, frutta secca e alghe qua e là.
  6. Condire principalmente con olio EVO e poi suggerisco: agro di umeboshi, gomasio, sale integrale, tamari, limone spremuto.
  7. Andare “ad occhio” con le proporzioni fra gli alimenti. Niente ossessioni, niente pesate, niente “oddio ho sgarrato”. Vi verrà naturale e vi divertirete moltissimo.

E poi spazio alla fantasia abbinando spezie ed erbe aromatiche

Per un approfondimento sul piatto unico come scelta di benessere, ho scritto questo post.

CONSIGLI PRATICI: Organizzare il menù settimanale

Condividi!